In questi giorni di emergenza, le notizie che si susseguono sono diverse e purtroppo in rete e sui social girano moltissime fake news.

La prima cosa importante da fare è quella di attenersi alle comunicazioni ufficiali e a mezzi di informazione autorevoli, perché l’informazione corretta aiuta a contenere la paura e prevenire situazioni di panico.

È necessario rispettare le regole definite dal Governo e non frequentare luoghi affollati, restare a casa e uscire solo in caso di necessità identificate come necessità lavorative, di salute o per reperire beni di prima necessità. 

La categoria più a rischio è quella degli anziani, ed è per questo che un’attenzione in più deve essere posta per la loro sicurezza. Meglio quindi evitare le visite a parenti anziani; in compenso, per non lasciarli soli, si può decidere di raggiungerli con mezzi di comunicazione alternativi come le video chiamate.

HOMES

Ciascuno può fare la propria parte per contenere la diffusione del contagio seguendo le 10 indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, che trovate in calce all’articolo.In questo momento difficile, siamo tutti chiamati a fare degli sforzi, a cambiare le nostre abitudini quotidiane per sconfiggere velocemente il virus e tornare ad una situazione di normalità. È nostra responsabilità quindi rispettare le decisioni del Governo, che sono prese nell’interesse di tutti i cittadini.

“Restiamo distanti oggi, per riabbracciarci più forte domani!”

Questo articolo è stato proposto da “Comfortcura”

About the Author: Editrice Dapero

Casa Editrice Indipendente per una cultura condivisa nel settore dell’assistenza agli anziani.

Semi di CURA
NEWSLETTER

Vuoi ricevere una volta al mese spunti di riflessione per il tuo lavoro in RSA?

La newsletter Semi di CURA fa questo ogni ultimo venerdì del mese

In questi giorni di emergenza, le notizie che si susseguono sono diverse e purtroppo in rete e sui social girano moltissime fake news.

La prima cosa importante da fare è quella di attenersi alle comunicazioni ufficiali e a mezzi di informazione autorevoli, perché l’informazione corretta aiuta a contenere la paura e prevenire situazioni di panico.

È necessario rispettare le regole definite dal Governo e non frequentare luoghi affollati, restare a casa e uscire solo in caso di necessità identificate come necessità lavorative, di salute o per reperire beni di prima necessità. 

La categoria più a rischio è quella degli anziani, ed è per questo che un’attenzione in più deve essere posta per la loro sicurezza. Meglio quindi evitare le visite a parenti anziani; in compenso, per non lasciarli soli, si può decidere di raggiungerli con mezzi di comunicazione alternativi come le video chiamate.

Ciascuno può fare la propria parte per contenere la diffusione del contagio seguendo le 10 indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, che trovate in calce all’articolo.In questo momento difficile, siamo tutti chiamati a fare degli sforzi, a cambiare le nostre abitudini quotidiane per sconfiggere velocemente il virus e tornare ad una situazione di normalità. È nostra responsabilità quindi rispettare le decisioni del Governo, che sono prese nell’interesse di tutti i cittadini.

HOMES

“Restiamo distanti oggi, per riabbracciarci più forte domani!”

Questo articolo è stato proposto da “Comfortcura”

About the Author: Editrice Dapero

Casa Editrice Indipendente per una cultura condivisa nel settore dell’assistenza agli anziani.

Semi di CURA
NEWSLETTER

Vuoi ricevere una volta al mese spunti di riflessione per il tuo lavoro in RSA?

La newsletter Semi di CURA fa questo ogni ultimo venerdì del mese

WITA
HOMES