Il laboratorio della mente offre sostegno psicologico e non solo agli anziani e alle loro famiglie

Articolo Di: Dottor Andrea Galeasso e Dottoressa Alessia Vivaldi

Gli anziani di un tempo

Molti anni fa, essere anziani era un lusso riservato a pochi. L’età media di vita , sensibilmente più ridotta rispetto ad oggi, faceva sì che nelle famiglie i “nonni” fossero molti meno rispetto ad oggi.

Ma come si viveva allora e come si vive oggi, l’essere anziani? Certamente con i ritmi di vita meno frenetici e la minor necessità di lasciare l’abitazione o la cascina, tutto era molto più semplice. Tenendo conto dei minori casi di demenza senile e della maggior disponibilità di “personale casalingo”, gli anziani trascorrevano gli ultimi anni della propria vita all’interno delle mura domestiche, aiutati dalle donne di casa e dai figli.

I più soli o i più poveri ricorrevano a quelli che un tempo erano definiti ospizi, che erano luoghi certo meno confortevoli delle odierne RSA o Case di riposo.

Essere anziani oggi

Ma oggi? Il progresso, soprattutto in campo medico, ha permesso all’uomo di allungare il suo soggiorno sulla terra ma…. Eh sì, affrontare gli ultimi anni della terza età in serenità, soprattutto godendoseli accompagnati da buona salute fisica e mentale, è auspicabile per tutti.

Purtroppo, l’avanzare degli anni acuisce patologie pregresse o ne crea di nuove, portando spesso l’anziano a vivere giorni belli… e meno belli. Dal punto di vista psicologico, i ritmi frenetici imposti dalla vita lavorativa dei figli e dei nipoti, mal si accompagnano con la necessità di cura che talora l’anziano presenta.

La casa di riposo può essere a volte l’unica strada percorribile per garantire dignità e cura costante a chi si trovi solo o bisognoso.

Qualora l’anziano presenti una discreta capacità cognitiva e una salute fisica ancora adeguata , si può tuttavia ricorrere a cure preventive come il mantenimento cognitivo e una valutazione periodica di queste capacità , nonché a servizi per la persona che consentano ancora una discreta autonomia.

Il laboratorio della Mente

Il Laboratorio della Mente propone sedute anche a domicilio per monitorare l’andamento cognitivo e prevenire l’invecchiamento mentale e il declino, ma anche servizi come la ginnastica posturale, la pet-therapy e, non ultimo, la spesa a casa o il servizio di pagamento delle bollette.

Esercizi di mantenimento delle funzioni mnestiche effettuati  con regolarità, sedute di pet-therapy in piccolo gruppo per il mantenimento di una buona capacità di aderire alla socialità, possono consentire alla persona anziana a rischio di conservare più a lungo e in maniera più efficace le proprie capacità e preservarle dal declino nell’invecchiamento (se ricordate, abbiamo già parlato di invecchiamento attivo qui su rivista cura).

Inoltre, gli aiuti nelle faccende domestiche come la spesa quotidiana o l’espletamento delle necessità burocratiche come le bollette o le prenotazioni,  possono alleviare sensibilmente la fatica e la minor autosufficienza e garantire, soprattutto in questo tempo di Covid, un senso di benessere e di autonomia nella propria abitazione.


Se il contenuto di questo articolo ti è stato utile puoi contattare telefonicamente gli autori:

Dottor Galeasso Andrea , Psicologo Psicoterapeuta: 393 2880990

Dottoressa Vivaldi Alessia,  Psicologa Psicoterapeuta  338 5068870

About the Author: Editrice Dapero

Casa Editrice Indipendente per una cultura condivisa nel settore dell’assistenza agli anziani.

Semi di CURA
NEWSLETTER

Vuoi ricevere una volta al mese spunti di riflessione per il tuo lavoro in RSA?

La newsletter Semi di CURA fa questo ogni ultimo venerdì del mese

WITA
HOMES
HOMES

Il laboratorio della mente offre sostegno psicologico e non solo…

HOMES
Per continuare la lettura attiva la registrazione gratuita.
Così avrai libero accesso a tutti i contenuti di rivistacura.it!

Iscriviti
Sei già iscritto?
Accedi

About the Author: Editrice Dapero

Casa Editrice Indipendente per una cultura condivisa nel settore dell’assistenza agli anziani.

Semi di CURA
NEWSLETTER

Vuoi ricevere una volta al mese spunti di riflessione per il tuo lavoro in RSA?

La newsletter Semi di CURA fa questo ogni ultimo venerdì del mese

HOMES